martedì 3 luglio 2018

[TAG] Very Pop Blog - Le mie estati del passato

Very Pop Blog - Le mie estati del passato

Estate, estate, estate: se lo ripeti tre volte si avvera. Era così? Vabbè, non serve troppo considerando il temibile caldo degli scorsi giorni. Rimane comunque un momento perfetto per rinfrescare la blogosfera con un frizzante tag. Ringrazio, allora, subitissimo l'inimitabile Cassidy de La Bara Volante che ha passato il testimone a chi vi scrive insieme alla possibilità di fare un gradito tuffo nel passato attraverso questa playlist ideata dalla sempre sorprendente garanzia di Miki Moz del Moz O'Clock. E' il momento di Very Pop Blog - Le mie estati del passato!

1. Elencare tutto ciò che è stato simbolo delle nostre estati da bambini, in base ai vari macro-argomenti forniti;
2. Avvisare chi vi ha nominato dell'eventuale post realizzato, contattandolo in privato o lasciando un commento sul suo blog;
3. Taggare altri 5 bloggers avvisandoli.

LE MIE ESTATI DEL PASSATO

Ombrelloni


GIOCO IN CORTILE


Il gioco/sport d'eccellenza della mia infanzia era la pallavolo. Mai avuto un talento spiccato, anzi! L'altezza, però, mi ha sempre dato un piccolo vantaggio in grado di mascherare la mia completa incapacità. La pigrizia, però, spesso prendeva il controllo e, al posto di salti, palleggi e bagher fin troppo stancanti, si preferiva giocare con le mitiche carte dei Pokemon con le complicatissime regole ufficiali oppure limitandoci a inventare nuove modalità di giochi meno impegnative…. insomma, ci voleva poca fatica pure nel gioco 'sedentario'!

GIOCO IN SPIAGGIA


Due grandi classici: le biglie e il calcio balilla. Difficile capire quale fra questi giochi metteva più adrenalina. Il primo, tra crolli devastanti di opere sabbiose poco ingegneristiche e grandi fughe dopo biglie lanciate contro ignari vicini di ombrelloni, sapeva come creare la giusta tensione appassionante in fervente clima bellico. Il biliardino, invece, era il monumento delle estati liguri, il fulcro delle grandi sfide campanilistiche tra piccoli piemontesi e lombardi sulle spiagge di Finale Ligure. Da piemontese, i compagni di squadra non mi hanno mai perdonato la fede interista.

Fonte: Compagnia delle biglie

FUMETTO

Questa è facilissima: Topolino. Sono pur sempre frutto di una dinastia di lettori che vanta ben tre generazioni di abbonati anche se non sempre fedelissimi. L'edicola era la prima tappa della vacanza, il posto giusto dove trovare la giusta dose di avventure cartacee per una settimana o qualcosina di più.

Topolino

CIBO

Gelato, piadina oppure la mitica brioche che con mamma gustavo il mattino al baretto di fiducia.

CANZONE

Senza se e senza ma, forse con un po' di vergogna ecco il tormentone della mia infanzia:


LIBRO

C'erano i mitici(?) libri-da-leggere-per-scuola, grandi classici che potevano ugualmente rivelarsi sorprese inaspettate come mattoni indigeribili. Qualche distrazione librosa, però, si trovava sempre e , se andava bene, c'era l'ultimo libro di Harry Potter da finire di leggere

FILM

Ho bellissimi ricordi delle interminabili proiezioni estive del cinema sotto le stelle. L'ultimo cartone della Disney o l'ultimo live-action dedicato ai più piccoli: ogni titolo sapeva essere splendidamente magico.

LUOGO

Abito ad un paio di chilometri dal lago Maggiore e quindi le spiaggette lacustri (invase da tedeschi e olandesi nel periodo estivo) erano una costante nel periodo in cui la sessione estiva era qualcosa di sconosciuto. Perdonatemi quest'altra nota campanilistica ;)

Lago Maggiore


VIDEOGAME

Beh, del videogame della mia infanzia ho già parlato ampiamente nel primo post della Geek League: è sempre lui il mitico GBA che, anche in spiaggia al mare, poteva dare il via a lunghe sfide multiplayer con i 4 cavetti di connessione colorati e rigorosamente tarocchi. Che poi fa già giurassico ora pensare che per il multiplayer si usavano i cavetti, questi sconosciuti.

GIOCO DA TAVOLO

Ecco, qui, ho bisogno del vostro aiuto. Ricordo che ero tremendamente fissata con un gioco a tema ciclistico in cui, appunto, le pedine erano tante biciclettine che aggirandosi per una plancia cittadina dovevano totalizzare un tot di punti. Purtroppo non ricordo il nome e questo gioco è finito tra le mani di qualche indiavolato/a cuginetto/a che credo l'abbia distrutto. Sia lodato chiunque riesca a ritrovare il titolo misterioso di questo gioco.

GIOCATTOLO

Questa purtroppo rimane una vergognosa risposta lasciata in bianco. Non avevo nessun giocattolo prediletto nei tempi estivi.

TELEVISIONE

Ero particolarmente in fissa (e pure ora, devo ammettere) con i Looney Tunes. Anche per questo motivo non mi perdevo per nulla al mondo nessuno dei mille passaggi televisivi estivi di Space Jam - a proposito, ma questo (im)probabile sequel?
Altro grande classico l'appuntamento fisso con i film fantasy della domenica pomeriggio su Italia 1.

Looney Tunes

LIFE

"Il cielo è azzurro sopra a Berlinooo": come molti altri prima di me non posso non ricordare l'epica estate del 2006 coronata dal trionfo ai mondiali della nazionale italiana tra gavettoni e bandiere tricolori. I momenti più belli, però, sono quelli difficili da inquadrare in una semplice immagine, quegli attimi con familiari e amici che sembravano non poter e dover cambiare mai.

FOTO DI UN'ESTATE PASSATA

Per l'occasione, un'immagine inedita e piuttosto datata (pure un po' sdentata mi pare) della sottoscritta.

Fede

Ora non resta che la nomination ma.… ragazzi, sono la peggiore tra i ritardatari e tutti, dico, proprio tutti mi sa che hanno già partecipato. Insomma, se questo divertente tag del buon Moz vi è piaciuto non vi resta che continuare!

Fede Stories.

15 commenti:

  1. QUanti belli erano i cinema all'aperto estivi? :D quando (ri)vedevi i film della stagione fra caldo e zanzare, ma comunque si andava lo stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strabelli! Ho appena scoperto che nel mio comune, dopo tantissimi anni di assenza, torna una piccola manifestazione di cinema all'aperto. Spero in buoni titoli :)

      Elimina
  2. Anche io giocavo a biglie! Ne conservo ancora una che mi venne regalata da mio cugino :) bei tempi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo una morbosa ossessione per quelle in vetro: che splendore con tutti quei colori! Con quelle, però, giocavo veramente poco. I veri pezzi "da battaglia" erano le biglie in plastica con le immagini di personaggi Disney oppure con i piloti di F1 (e quelle rosso Ferrari erano una garanzia!). Anche queste, ad alta velocità, sapevano essere pericolose per i vicini ahah ;)

      Elimina
  3. Barbie girl uscì quando ero alle elementari, quindi fu un tormentone anche per me, ma ricordo anche che cantavamo sempre Hanno ucciso l'uomo ragno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuh, anche quella era un must! Ora che ci penso, aggiungerei anche 50 Special e la temibile Wannabe ;)

      Elimina
  4. Cavoli...a leggere le risposte di alcuni di voi, a questo tag, mi sento così vecchio...:P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no dai, non sono nemmeno troppo cioffane ora che anche i millenials sono andati alla conquista della blogosfera e non solo ;)

      Elimina
  5. Io del tutto mi sono familiari solamente le biglie, quindi mi tocca accodarmi a Marco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che le mitiche gare con le biglie mettono un po' tutti d'accordo :)

      Elimina
  6. Ce ne vergogniamo un po' tutti di Barbie Girl, perché la cantavamo tutti all'epoca :D
    I Looney Tunes li vedevo anch'io, e non per caso Space Jam è uno dei miei tantissimi personali cult ;)
    Felice infine di constatare che il Topolino, a dispetto delle generazioni, regni incontrastato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, allora possiamo toglierle l'etichetta di canzone-vergogna?
      Space Jam è proprio tra quei filmoni che non si possono perdere ogni volta che ricompaiono nella programmazione televisiva. Ammetto di essere particolarmente dubbiosa per il sequel… vedremo! :)

      Elimina
  7. Il cinema all'aperto bellissimo. E io mai visto un film così. Perché dalle mie parti non c'era :/. Non ricordo il gioco in scatola che tu citi! Vediamo se qualcuno lo ricorda.

    Abbiamo decisamente in comune il Topolino, come lettura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che quel gioco rimarrà un grande mistero!
      Topolino vera costante per tutti :D

      Elimina
  8. Beh, io invece sono ritardatario per i commenti! XD
    Ho visto che già alcuni lo hanno detto, mi aggiungo anche io a quelli che ascoltavano Barbie Girl a ripetizione.
    Amavo gli Aqua!

    RispondiElimina