Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

In primo piano

"Storia di un matrimonio" di Noah Baumbach

Titolo: Storia di un matrimonio
Titolo originale: Marriage Story
Un film di Noah Baumbach con Adam Driver, Scarlett Johansson, Laura Dern, Alan Alda, Ray Liotta
Genere: drammatico
Durata: 136 min
Ambientazione: Stati Uniti
Anno: 2019
Voto: 4/5

Charlie Barber (Adam Driver) è un regista teatrale apprezzato da pubblico e critica. Proprio in occasione di una delle sue produzioni incontra Nicole (Scarlett Johansson), giovane attrice arrivata a New York dopo piccole parti in lavori cinematografici a Los Angeles. I due si innamorano e si sposano, preparandosi così a una vita di gioie e dolori condivisi insieme anche a loro figlio Henry. Una grande occasione per la carriera di Nicole, tuttavia, metterà in crisi la coppia, portando a una separazione difficile da affrontare.

A due anni da The Meyerowitz Stories, Noah Baumbach torna al cinema - e anche su Netflix - con un nuovo film che sceglie di raccontare ancora una volta una semplice storia. In tutta la semplicità della narrazione di Storia di un …

"Gravity" di Alfonso Cuaron

"I sogni segreti di Walter Mitty" di Ben Stiller

Lettera al padre - Franz Kafka

1984 - George Orwell

Il Richiamo del Cuculo - Robert Galbraith

Stelle sulla Terra di Aamir Khan

Innamorarsi a Central Park - Nicola Doherty

Le parole che non ti ho detto - Nicholas Sparks

"Captain America - Il primo vendicatore" di Joe Johnston

Il profumo - Patrick Suskind

Il fu Mattia Pascal - Luigi Pirandello

Colazione da Starbucks - Laura Fitzgerald

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.