venerdì 13 luglio 2018

"Obbligo o verità" di Jeff Wadlow

Obbligo o verità

Titolo: Obbligo o verità

Titolo originale: Truth or Dare

Un film di Jeff Wadlow con Lucy Hale, Tyler Posey, Violett Beane, Sophia Taylor Ali, Landon Liboiron

Genere: horror, thriller

Durata: 100 min

Anno: 2018

Ambientazione: Messico, Stati Uniti

Voto: 2/5

2


Una vacanza spensierata, un viaggio in un luogo esotico per staccare la spina dai soliti problemi: qualche giorno di relax e divertimento trascorso in Messico sembra essere perfetto per Olivia (Lucy Hale) e i suoi amici. Il brivido dell'imprevisto, la trasgressione ai divieti con la garanzia di una dose in più di divertimento porta il gruppo in una vecchia chiesa abbandonata, la location perfetta per dare vita al più classico e vecchio gioco: obbligo o verità. I ragazzi, però, non sanno che il futuro gli riserva un destino ben diverso da quello di un semplice gioco innocuo.

Obbligo o verità - Il cast
Fonte: Monday Morning Matinée
Il termometro inizia a segnare valori più alti del solito e le sale cinematografiche tornano a popolarsi - solo idealmente, purtroppo - di film horror tipicamente estive capaci in questo periodo, a volte, di ottenere incassi sorprendenti, impensabile in altre settimane dell'annata. Obbligo o verità, ultima fatica dalle sfumature teen della rinomata Blumhouse Productions, ha senza dubbio beneficiato di questa situazione tra strascichi di programmazione dei blockbusteroni di maggio e film autoriali malamente distribuiti. Questo film, però, cosa aggiunge al panorama del momento?

La risposta è la più semplice e banale del mondo: assolutamente niente. Ogni dettaglio di questa pellicola sa di già visto, a partire dall'idea di base che è un misto tra Final DestinationNerve con un po' di atmosfera retrò ricreata da una messa in scena discutibile. Insomma, difficile anche dilungarsi a parlare di una pellicola che sì, intrattiene ma con qualche risata involontaria frutto di alcuni passaggi oggettivamente ridicoli. Si può perdonare il sapore fin troppo familiare ma non si può chiudere un occhio su un ritmo altalenante che penalizza la storia nei momenti più salienti.

Verità? Un teen horror decisamente dimenticabile. Obbligo? Se proprio non avete nient'altro da vedere...

Fede Stories.

Per saperne di più:


10 commenti:

  1. Mah, io dico sempre: ma che li fanno a fare??
    Ecco, giusto per i cinema di periferia in estate, van bene!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E faranno pure l'edizioni home-video che finiranno in quei terribili cestoni delle mega-offerte, ignorati da tutti nonostante i prezzi stracciati… potrebbero puntare di più su altri progetti :)

      Elimina
  2. non perderò ben 100 minuti della mia vita per questo teen horror :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di impiegarli per "Il sacrificio del cervo sacro" che corre il rischio di passare inosservato nel pieno dell'estate cinematografica :)

      Elimina
  3. Ma non era meglio fare il gioco della bottiglia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, forse i protagonisti avrebbero avuto meno problemi ;)

      Elimina
  4. A dire la veritá io mi ci sono divertito. Certo è stupidissimo ma ho visto di peggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre meglio degli ultimi Final Destination che hanno ristabilito i parametri per cui qualcosa si può considerare ridicolo ;)
      Comunque sì, alla fine lo metterei in un limbo ma forse è proprio per quello che sparirà presto dai miei ricordi anche se temo l'avvio di una serie...

      Elimina
  5. Io lo vedrò se passerà in tv un dì.
    Però capisco il perché li facciano: i ragazzi al cinema ci vanno comunque a vederli ( io alla loro età ci sarei andato sicuramente ) e costano meno di quanto incasseranno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hai ragione, l'obiettivo è proprio quello e la stagione estiva con i suoi alti e bassi e la sua natura più leggera e spensierata diventa l'habitat ideale per queste produzioni!

      Elimina