Passa ai contenuti principali

In primo piano

"Panama Papers" di Steven Soderbergh

Titolo: Panama Papers
Titolo originale: The Laundromat
Un film di Steven Soderbergh con Meryl Streep, Gary Oldman, Antonio Banderas, Jeffrey Wright, Robert Patrick, David Schwimmer
Genere: commedia
Durata: 96 min
Ambientazione: Stati Uniti
Anno: 2019
Voto: 2,5/5

La vacanza dei sogni dei coniugi Martin si trasforma in un lampo in un dramma. La barca su cui Ellen (Meryl Streep) si trova per una gita, infatti, affonda tragicamente. Nell'incidente il marito perde la vita. La vedova inizierà così una difficile battaglia legale che la porterà a scoprire i segreti più sporchi di uno studio legale con sede a Panama City gestito da due istrionici personaggi di nome Jurgen Mossack (Gary Oldman) e Ramon Fonseca (Gary Oldman). Sono solo i retroscena di uno dei più grandi scandali finanziari di sempre.

L'ultimo lavoro di Steven Soderbergh arriva dalla 76esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia dove è stato presentato in concorso in anteprima. In seguito, il film è approdato direttamente…

SerialTeller #21 - L'Empire delle serie tv [Empire st.1-2]

Buonasera!

In questo momento potrei parlarvi senza senso per ore del fatto che stamattina sono riuscita ad acciuffare un biglietto per il concerto di Beyoncè a San Siro. Cioè, bom: adesso non saprei cosa chiedere di più! Preparatevi perché - molto probabilmente - fino a luglio continuerò a parlare di Queen Bey in maniera spropositata. Insomma, avvertitemi se esagero!

Tornando a parlare di cose serie: da 24 ore ininterrottamente, oltre ad ascoltare in ripetizione i cd della cantante di cui non farò più il nome, ripenso agli ultimi episodi della serie di cui vi sto parlare. Domande, interrogativi sospesi nell'aria non fanno altro che alimentare la mia curiosità in attesa della prossima stagione di... Empire!


Siete grandi appassionati di musica? Vi piacciono le storie piene di intrighi, ripicche e tradimenti? Ho qualcosa che è perfetto per voi! No, non voglio consigliarvi 5 noiose ed interminabili serate di Sanremo, il festival della... canzone? No, ma stiamo scherzando?
Con questo appuntamento di SerialTeller vi presento una serie tv che ha letteralmente sconvolto la mia concezione di addicted, che ha compromesso letalmente l'alternarsi del giorno e della notte nella mia giornata media e che sì, forse ha influenzato anche i miei risultati nell'ultima sessione d'esami.

Titolo: Empire
Genere: musicale, drama
Lingua originale: inglese
Stagioni: 2
Anche Fede di Stories, dopo mesi e mesi, ha scoperto Empire, quello scoppiettante e pazzesco show che vede nei panni dei protagonisti Terrence Howard e Taraji P. Henson. Creata da Lee Daniels e Danny Strong, questa serie definisce perfettamente quella che viene ormai comunemente dipendenza telefilmica. Ogni ingrediente viene dosato correttamente e mescolato con ironia, emozioni e un pizzico di thriller.
Ingenuamente, l'ignaro spettatore viene brutalmente catapultato nel pieno delle vicende della famiglia Lyons, capitanata da Lucious, carismatico e determinato leader dell'Empire, colosso dell'hip hop nato dopo molti anni di piccoli crimini e di agguerriti brani rap. Dopo vent'anni di successi, il mondo di Lucious crolla quando gli viene diagnosticata la SLA. Nasce, quindi, in lui la necessità di pensare al futuro e, di conseguenza, di scegliere il degno erede del suo impero luccicante. La scelta deve ricadere necessariamente su uno dei tre figli: il giovane ed indomabile Hakeem, il sensibile e talentuoso Jamal e Andre, unico figlio che non ha scelto una carriera nel mondo della musica.

Credete si tratti solo di questo? Eh no, il piatto forte di questo prodotto deve essere ancora servito.


Signore e signori, date il benvenuto a Cookie Lyon, vera protagonista di Empire nonché ex-moglie di Lucious. Dopo 17 anni di carcere, Cookie torna all'Empire ed è pronta a rivoluzionare ogni singolo dettaglio con la sua vivacità e astuzia. I giochi del boss dell'Empire si complicano: questo, però, è solo l'inizio di una prima stagione spumeggiante che vede continuamente degli schieramenti che si danno battaglia a suono di rime e anche di qualche colpo basso. Non si può certo dire, tuttavia, che ogni personaggio giochi pulito o chiaro: ecco un altro punto forte di questa serie che può radicalmente cambiare le carte in tavola tra un episodio e l'altro.

La prima parte della seconda stagione, come potrete intuire, non delude concentrandosi anche su personaggi che forse in precedenza erano stati considerati di meno. La famiglia Lyon non può mai stare tranquilla e il disordine ed il colpo di scena sono sempre dietro l'angolo.

Voto prima stagione: 8

Non siete ancora convinti? Come? Beh, in questo caso vi consiglio di ascoltare qualche brano tratto dalla travolgente colonna sonora originale di questa serie. Poi... poi ne riparliamo, eh!



Commenti

  1. Io amo questa serie *-* La prima stagione mi ha conquistata e questa seconda sta migliorando sempre di più. Le canzoni sono bellissime!

    RispondiElimina

Posta un commento

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.