Passa ai contenuti principali

In primo piano

Killing Eve [stagione 2]

Titolo: Killing Eve
Cast: Sandra Oh, Jodie Comer, Fiona Shaw, Darren Boyd, Owen McDonnell
Genere: drammatico, spionaggio, dark comedy 
Stagione: 2
Episodi: 8
Voto: 4,5/5


"Alta fedeltà" di Stephen Frears


Titolo: Alta fedeltà

Titolo originale: High Fidelity

Un film di Stephen Frears con John Cusack, Jack Black, Todd Louiso, Lisa Bonet, Joan Cusack

Genere: commedia

Durata: 109 min

Anno: 2000

Ambientazione: Stati Uniti

Voto: 3,5/5




Una locandina colorata, Jack Black nel cast, un titolo accattivante, una pellicola tratta da un bestseller di Nick Hornby: questo film aveva sin dall'inizio le carte in regola per entrare senza incertezze nel ristretto gruppo di film che guarderei e riguarderei per secoli e secoli. Finalmente, solo recentemente, ho avuto la fortuna di imbattermi in questo titolo nel pieno della sessione di zapping serale. E' incredibile pensare a quanti gioiellini cinematografici si potrebbero portare alla luce girovagando televisivamente tra i canali secondari. Ho recuperato così Alta fedeltà tra un blockbusterone in prima visione e una noiosa puntata di una qualunque soap opera approdata in prima serata nel palinsesto televisivo.

Ho (ri)conosciuto il protagonista Rob - John Cusack, perfetto in questo ruolo - alle prese con i suoi dubbi, i suoi principi e soprattutto con le sue classifiche. La sua vita monotona viene burrascosamente scossa dalla rottura del legame con la fidanzata Laura. Da quel momento, lo spettatore segue ogni passo e ogni dettaglio delle giornate di Rob: dal lavoro nel negozio di dischi di Chicago gestito insieme a Dick e Barry, alle continue litigate con quest'ultimo; dalle sue fissazioni alle sue ansie.

Alta Fedeltà è senza dubbio una visione divertente, spensierata e curiosa, molto curiosa. In alcuni punti si discosta vistosamente dalle pagine del libro di Hornby. La più grande differenza dal romanzo riguarda l'ambientazione che viene spostata da Londra a Chicago. Inizialmente non ho apprezzato molto questa scelta: veniva perso quel significato nascosto del libro, quel messaggio rivolto a quel gruppo di ragazzi che poteva perfettamente riconoscersi nel protagonista. Tuttavia, riflettendo, capisco che la location americana riesce ad amplificare la storia e a 'raggiungere' un pubblico più grande, un'intera generazione di 'indecisi'.


Una commedia fresca e brillante che rimane fedele soprattutto all'ironia del libro. Il merito della riuscita è senza dubbio di un cast chiaramente a suo agio e di un protagonista in gran forma: un John Cusack che, per chi lo segue da poco, appare irriconoscibile. Il suo Rob frantuma quella parete invisibile che separa l'azione dal pubblico instaurando così un sincero e confidenziale legame con esso. Stratagemma decisamente azzeccato! Ah... non dimenticatevi di aguzzare l'udito e di lasciarvi trasportare da una colonna sonora che unisce ottimi brani.
Buona visione!







Trailer:



Commenti

  1. Ho visto il film anni fa per la prima volta: confesso che non mi ha colpito come speravo, ma sono d'accordo con te su parecchi punti! :)
    Jack Black ha un piccolo ruolo, eppure l'ho adorato con il cuore: ogni tanto immagino di lavorare in una libreria, e di cacciare via a male parole tutti quelli che si presentano a chiedermi libri di Fabio Volo e Federico Moccia, come fa lui con i clienti di cui non condivide i gusti musicali, ahaha! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jack Black semplicemente epico! Ahah, mi immagino tanti 'romanzi' di Volo che volano contro questi 'lettori', che scena ahah

      Elimina

Posta un commento

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.