Passa ai contenuti principali

In primo piano

"Licorice Pizza" di Paul Thomas Anderson

  Titolo: Licorice Pizza Un film di Paul Thomas Anderson con Alana Haim, Cooper Hoffman, Sean Penn, Tom Waits, Bradley Cooper, Benny Safdie, Maya Rudolph, Skyler Gisondo, John C. Reilly Genere: commedia, drammatico, sentimentale Durata:  133 min Anno:  2021 Voto: 5/5 ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ San Fernando Valley, 1973. Disarmata da dimostrazioni di inaspettata sicurezza e maturità da parte di un adolescente, l'annoiata assistente fotografa venticinquenne Alana Kane ( Alana Haim ) accetta - non senza riluttanza - di uscire a bere qualcosa con il divertito e divertente attore quindicenne Gary Valentine ( Cooper Hoffman ), suo insistente corteggiatore. Tra improbabili slanci imprenditoriali e bisticci per imprevisti e incomprensioni reciproche, l'insolita coppia si avventura per le strade pulsanti dell'immaginario californiano degli anni Settanta sempre in corsa contro il tempo, cercando di trovare il proprio percorso e scopo in un mondo sopra le righe. Ma sullo sfondo di eccentrici episodi d

Chelsea & James - Roberto Giuseppe Cozzo

https://lh3.googleusercontent.com/-K7YJInkkF88/VTamXXpae4I/AAAAAAAACug/lET0wItP9KA/s640/blogger-image--1314567180.jpg

Titolo: Chelsea & James

Autore: Roberto Giuseppe Cozzo

Pagine: 199

Anno: 2015

Valutazione: 4/5 

Ero in cerca di una lettura diversa, interessante e fresca che sapesse coinvolgermi. 
Diversa dagli ultimi libri letti: alcuni mi hanno deluso altri mi hanno entusiasmato e stravolto al punto da convincermi a prendermi una breve pausa dalla lettura. Non sono riuscita a resistere a lungo e ho presto iniziato la ricerca del libro ideale. Quello perfetto per l'attimo, il romanzo giusto al momento giusto. Chelsea & James è stata la risposta ideale a tutti i miei quesiti e desideri. Questo romanzo d'esordio è stato l'antidoto alle mie ultime delusioni tricolori. Già, tra i libri preferiti degli scorsi mesi non compare neanche un titolo italiano, solo ed esclusivamente stranieri. Fortunatamente, Giuseppe Cozzo - che ringrazio moltissimo! - ha saputo porre fine a questo circolo vizioso.

Incredibile come un ragazzo classe '92 sia riuscito a regalare una storia più che buona con il suo primo lavoro. Una lettura breve ma intensa, studiata, precisa e soprattutto tagliente. É stata una grande sorpresa che mi ha colto impreparata. Mi ha subito rapito, catturato, strattonato e catapultato con non pochi scossoni nel mondo di Chelsea e soprattutto nel confuso universo di James, agitato da paure, timori, nuovi sentimenti e turbolenze. Una climax di emozioni contrastanti: nessun lettore può rimanere indifferente a tutto questo. Un coinvolgimento è inevitabile.

Ogni ingrediente è al posto giusto. Vorrei soffermarmi soprattutto sull'ambientazione, spesso considerata un semplice ed accidentale sfondo privo di significato. Le storie dei due giovani protagonisti hanno inizio a Roverside, una cittadina statunitense che sin dalle prime pagine appare poco accogliente ed enigmatica. Con la prima descrizione nasce subito la sensazione di insicurezza, di dubbio che porta il lettore a muovere passi incerti tra i pensieri di James, voce narrante di buona parte del romanzo. Parallelamente viene alimentata la curiosità: chi è James, cosa ha fatto, come è arrivato in questo luogo inospitale? Non si 'leggono' gesti teatrali e sconvolgenti d'apertura capaci di attirare l'attenzione: bastano semplici frasi che, come decise pennellate su una tela grezza, delineano un paesaggio ostile e creano un clima enigmatico, specchio delle difficoltà del protagonista.

James e Chelsea sono due matasse disordinate di delusioni, speranze e promesse non mantenute. Due fili che si intrecciano e formano una nuova possibile (?) trama per il loro destino. Cercano di prendere le redini della propria vita, finora vissuta in balia delle scelte altrui. E se ciò che è giusto e ciò che è sbagliato non fosse deciso a tavolino da estranei? Se la loro singola esistenza fosse indissolubilmente legata ad un diverso senso di giustizia, indipendente dall'opinione comune e dai principi della legge? Su questo riflette questo romanzo. Con un ritmo incalzante, il lettore segue la fuga dei due protagonisti e cercherà insieme a loro una risposta a tutti i dubbi.

È evidente il grande lavoro di ricerca dell'autore. Come molti altri prima di me, ho notato l'accuratezza e la precisione con cui alcuni dettagli vengono descritti, soprattutto le armi che vengono citate durante la storia. Tuttavia, non concordo con l'opinione di alcuni lettori secondo cui i due protagonisti siano stati poco approfonditi. L'identità dei due giovani viene svelata gradualmente, pagina dopo pagina, creando così un'atmosfera affascinante e magnetica. L'unico personaggio che può essere incolpato di questo 'crimine', a mio parere, è l'imvestigatore che si occupa del loro caso. Credo, però, che questa scelta abbia favorito una maggiore attenzione sulle vicende dei due protagonisti.

Spero di avervi convinto: fidatevi, non rimarrete indifferenti!

Buona lettura,

-[ Fede

Commenti

Posta un commento

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.