Passa ai contenuti principali

In primo piano

"Andromeda" di Robert Wise | Vade Retro Virus

Titolo: Andromeda
Titolo originale: The Andromeda Strain
Un film di Robert Wise con Arthur Hill, David Wayne, James Olson, Kate Reid, Paula Kelly
Genere: drammatico, fantascienza, thriller

Durata: 131 min

Ambientazione: Stati Uniti

Anno: 1971

Voto: 3/5
La desolata periferia del New Mexico si trasforma improvvisamente in uno scenario apocalittico dopo che un satellite in rientro è caduto sulla superficie terrestre. I tecnici inviati dal governo degli Stati Uniti per un sopralluogo rilevano inoltre che tutti gli abitanti della cittadina colpita sono morti per motivi misteriosi. Anche le più avanzate procedure di gestione dell'emergenza dovranno essere riformulate davanti a un virus che sfugge a ogni tipo di conoscenza trattandosi di un'entità sconosciuta proveniente dallo spazio. Un'esclusiva task force di scienziati e ricercatori dovrà fare luce sul mistero attraverso esperimenti e analisi condotte in una segretissima base nel deserto del Nevada.

Michael Crichton attraverso le sue o…

Un amore di cupcake - Donna Kauffman


Titolo: Un amore di cupcake

Titolo originale: Sugar Rush

Autore: Donna Kauffman

Data pubblicazione: 2012

Valutazione: 2/5





Dolci, colorati, invitanti. In una parola: cupcake! Sono un vero e proprio fenomeno mediatico-gastronomico decisamente non indifferente. Da qualche anno, infatti, questi piccoli pasticcini cremosi e zuccherati hanno conquistato golosi di tutti i generi e le età.

Anche il mondo dei libri non poteva limitarsi a guardare questa ondata di dolcezza: qualcuno doveva farsi portavoce, o meglio, pasticcere per un giorno. Iniziò così l'invasione delle librerie consistente in migliaia - che dico? - milioni di romanzi zuccherati disposti a tutto. E con tutto intendo veramente tutto.

A colpi di stelline, crema pasticcera e pan di spagna è arrivato anche l'agguerrito Un amore di cupcake di Donna Kaufmann, primo volume della serie Cupcake Club, titolo che si rifà palesemente a Fight Club. Purtroppo di questo presunto gruppo segreto/setta/confraternita di calorie c'è solo un'ombra. Sì, solo quella, niente di più. Nasce quasi per caso e viene accennato, per sbaglio, qua e là. Leilani, la protagonista piuttosto ambigua, viene involontariamente trascinata, infatti, in questo progetto campato in aria, ideato - come se una mente tale potesse dare frutti - dall'amica Charlotte e da altre illustri sconosciute poco memorabili.

Ma, allora, cosa cappero centra questo club con la storia? Beh, onestamente, più o meno niente. Esso risulta un semplice contorno alla storia che è una creatura completamente indipendente. Seguendo l'approvato ed acclamato(?) modello di moltissimi altri romance, il libro vede come protagonista una trentenne di nome Leilani. È una cuoca molto brava ed in passato ha lavorato per un famoso locale di New York gestito dall'affascinante Baxter. Dopo aver realizzato di essere innamorata del brillante datore di lavoro, Lei scappa dall'affollata e confusa metropoli per ritirarsi in stile eremita a Sugarberry, un'isola sperduta in Georgia.

Come avrete ormai immaginato, non vi consiglio questa lettura. I personaggi sono stereotipati, non sono minimamente approfonditi, non sono per niente accattivanti. Questo è dovuto anche ad un'assenza completa di descrizioni che aiuterebbero ad orientarsi in questo paesino fantasma.

Buona lettura (che non sia questa!) ;D

-[ Fede

Diventa fan di Stories. su Facebook: Clicca qui!


Commenti

  1. Haha non penso lo leggerò vista la tua recensione :3
    Non mi aveva mai attirato comunque ;)

    RispondiElimina
  2. Il tipo di libri che piace a mia mamma!! Io non penso che lo leggerò!

    RispondiElimina
  3. Ti invito al mio Giveaway di fine estate:
    SCADE: 20/09/14
    http://scriveremipiace.blogspot.it/2014/08/giveaway-di-fine-estate.html

    RispondiElimina
  4. Ciao, Fede! Sei taggata qui :) http://illibroincantatodigiorgia.blogspot.it/2014/08/book-tag-per-ogni-lettera-un-libro.html

    RispondiElimina
  5. grazie per questa recensione! temevo si trattasse di qualcosa di simile >.<

    RispondiElimina
  6. Aiuto!!! No ok non ce la posso fare. Sono tutti davvero uguali. Grazie per avercelo sconsigliato, così, se sarò presa dallo sconforto e dal bisogno impellente di calorie...mi dirigero' altrove 😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah zucchero, zucchero a volontà! Sisi, meglio guatare altro ;)

      Elimina

Posta un commento

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.