Passa ai contenuti principali

In primo piano

For All Mankind [stagione 1]

Titolo: For All Mankind
Cast: Joel Kinnaman, Michael Dorman, Wrenn Schmidt, Sarah Jones, Shantel VanSanten, Jodi Balfour
Genere: ucronico, fantascienza, drammatico
Stagione: 1
Episodi: 10
Voto: 3,5/5

"Un piccolo passo per un uomo, un gigantesco balzo per l'umanità". Questa semplice ma iconica frase riecheggia nella memoria collettiva dal 21 luglio del 1969, giorno in cui Neil Armstrong, astronauta della missione NASA Apollo 11, ha scritto la storia compiendo il primo leggendario allunaggio. Come sarebbero cambiati i decenni a seguire se quelle parole fossero state pronunciate da un sovietico? In una realtà in cui Aleksej Leonov è stato il primo uomo sulla Luna, la NASA e gli interi Stati Uniti sono costretti a ripensare ogni loro progetto, riflettendo su una sconfitta bruciante ma anche su problematiche altrettanto difficili da affrontare.
Lo scorso novembre, Apple TV+ ha debuttato ufficialmente nel mondo delle piattaforme di streaming con produzioni originali. The Morning Sho…

"Captain America - Il primo vendicatore" di Joe Johnston


Titolo originale: Captain America - The First Avenger

Un film di Joe Johnston con Chris Evans, Hugo Weaving, Hayley Hatwell, Tommy Lee Jones, Dominic Cooper, Stanley Tuccy, Samuel L. Jackson.

Genere: azione, fantascienza, supereroi, guerra

Durata: 124 min

Ambientazione: Stati Uniti, Gran Bretagna

Anno: 2011

Valutazione: 3,5/5







New York, anni '40.
Steve Rogers è un ragazzo che vuole arruolarsi nell'esercito americano in guerra contro la Germania. Il giovane, però, non viene mai dichiarato idonee a cause della sua forma fisica. Egli è molto magro e soffre di asma. Il suo amico fidato Bucky invece si prepara a partire per l'europa.

Steve ha la sua occasione quando incontra lo scienziato Erskine, che si occupa di un reparto speciale dell'esercito in cui viene accettato Rogers. Il ragazzo dovrà affrontare un duro allenamento che terminerà con la preparazione di un nuovo tipo di soldato con abilità eccezionali.

In Norvegia, Johan Schmidt, capo dell'organizzazione Hydra che opera nell'ombra del nazismo, ruba il Tesseract, misterioso oggetto cubico dallo straordinario potere. Con l'aiuto del geniale professore Arnim Zola, il perfido Schimdt cercherà di sfruttare questa inesauribile fonte di energia per raggiungere malvagi obiettivi.

Steve Rogers, nel frattempo, si sottopone all'esperimento di Erskine, diventando così quell'uomo che verrà chiamato Capitan America dotato di un fisico e di qualità fuori dal normale. Durante la trasformazione, una talpa dell'Hydra uccide lo scienziato e scappa portando con se il siero dell'esperimento.
Il 'nuovo' Rogers diventa così il primo e l'ultimo prodotto di quello che sembrava un rivoluzionario esperimento. Il colonnello Phillips, che disprezzava il ragazzo sin dai tempi dell'addestramento, si rifiuta di mandarlo a combattere in Europa e, quindi, Capitan America diventa colui che incarna i valori della nazione e della propaganda statunitense. Riuscirà Steve a coronare il suo sogno di andare a combattere per la propria patria come l'amico Bucky, fermando l'avanzata del nazismo e dell'Hydra?

Il film, nel complesso, è emozionante, ricco di azione e di fantastici effetti speciali. La nota negativa, però, riguarda gli attori. Niente da dire a proposito della scelta degli interpreti, anzi: il cast è stellare! Guardando Captain America, però, è inevitabile notare come alcuni personaggi rimangano troppo in secondo piano ed altri invece prendano letteralmente il sopravvento. È d'obbligo far notare quanto Hugo Weaving con il suo Schimdt, per buona parte del film sia capace di rubare la scena al buon Capitan, interpretato da un Chris Evans più apprezzato in The Avengers.

Buona visione ;)

-[ Fede

Trailer:
  

Commenti

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.