Passa ai contenuti principali

In primo piano

For All Mankind [stagione 1]

Titolo: For All Mankind
Cast: Joel Kinnaman, Michael Dorman, Wrenn Schmidt, Sarah Jones, Shantel VanSanten, Jodi Balfour
Genere: ucronico, fantascienza, drammatico
Stagione: 1
Episodi: 10
Voto: 3,5/5

"Un piccolo passo per un uomo, un gigantesco balzo per l'umanità". Questa semplice ma iconica frase riecheggia nella memoria collettiva dal 21 luglio del 1969, giorno in cui Neil Armstrong, astronauta della missione NASA Apollo 11, ha scritto la storia compiendo il primo leggendario allunaggio. Come sarebbero cambiati i decenni a seguire se quelle parole fossero state pronunciate da un sovietico? In una realtà in cui Aleksej Leonov è stato il primo uomo sulla Luna, la NASA e gli interi Stati Uniti sono costretti a ripensare ogni loro progetto, riflettendo su una sconfitta bruciante ma anche su problematiche altrettanto difficili da affrontare.
Lo scorso novembre, Apple TV+ ha debuttato ufficialmente nel mondo delle piattaforme di streaming con produzioni originali. The Morning Sho…

"I due papi" di Fernando Meirelles

I due papi

Titolo: I due papi

Titolo originale: The Two Popes

Un film di Fernando Meirelles con Anthony Hopkins, Jonathan Pryce, Juan Minujin, Luis Gnecco

Genere: biografico, drammatico, commedia

Durata: 125 min

Ambientazione: Italia, Argentina

Anno: 2019

Voto: 3,5/5

3 e mezzo

Il 2013 segna un momento cruciale nella storia del Vaticano e della Chiesa Cattolica con papa Benedetto XVI (Anthony Hopkins) che rinuncia alla carica di Pontefice. Solo un anno prima Joseph Ratzinger convocava Jorge Mario Bergoglio (Jonathan Pryce), arcivescovo di Buenos Aires intenzionato a ritirarsi dalla sua carica. Il destino, però, aveva qualcosa di diverso in serbo per prelato latino-americano che, pochi mesi dopo, sarebbe diventato papa Francesco.

I due papi - Anthony Hopkins e Jonathan Pryce

A diciassette anni dal cult City of God, Fernando Meirelles torna a far parlare di sé con il suo ultimo lavoro cinematografico. Per il suo nono lungometraggio, il regista brasiliano si avventura tra le stanze delle dimore vaticane per raccontare uno tra i più insoliti passaggi di testimone di sempre. I due papi, però, non ha mai potuto contare sull'appeal di tanti altri colleghi che hanno debuttato sul catalogo di Netflix. L'immaginario della Chiesa Cattolica non è mai stato, infatti, l'argomento più gettonato sul grande schermo. Due grandi protagonisti, tuttavia, possono fare davvero la differenza. 


Con due interpreti differenti, infatti, il film sarebbe diventato un banale pseudo-docufilm, dimenticabile nella sua totale indifferenza e mancanza di slanci originali a livello di sceneggiatura e regia. Al centro della scena, tuttavia, ci sono Anthony Hopkins e Jonathan Pryce, due veri giganti della recitazione che riescono a non limitarsi a personaggi scritti bidimensionalmente dando loro profondità e interesse. Peccato, però, che una sceneggiatura che non osa nè rischia di affrontare temi complessi e ostici limita il potenziale esplosivo del confronto tra questi due straordinari attori.

Fede Stories.

Segui Stories su FacebookTwitterInstagramTelegram

Commenti

  1. Troppo ghiotta l'occasione di farci un film, ed eccolo qui, ammetto che non mi attira, però è molto interessante ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando la realtà supera la fantasia.... ci pensa il cinema a colmare il sorpasso ;)

      Elimina
  2. Condivido. Argomento intrigante ma poco approfondito per colpa di una sceneggiatura debole. Restano però le grandi prove dei due attori protagonisti, che da sole valgono un click (su Netflix ;) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un film altrimenti scialbo si salvano con grande stile i due protagonisti, sì. Forse le loro interpretazioni avrebbero meritato un po' più di attenzione. Comunque sia, complimenti a Netflix che "aggiunge" alla sua scuderia due nomi di questo calibro :)

      Elimina

Posta un commento

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.