sabato 23 aprile 2016

"Il cacciatore e la regina di ghiaccio" di Cedric Nicolas-Troyan


Titolo: Il cacciatore e la regina di ghiaccio

Titolo originale: The Huntsman: Winter's War

Un film di Cedric Nicolas-Troyan con Emily Blunt, Chris Hemsworth, Jessica Chastain, Charlize Theron, Nick Frost, Sam Claflin

Genere: fantasy, avventura, azione, drammatico

Durata: 114 min

Anno: 2016

Voto: 2,5/5


C'era una volta un film, uno tra le millemila pellicole fantasy che, quando meno te l'aspetti, si presentano astutamente al cinema, conquistando il botteghino. Questa è la storia, non troppo complicata, de Il cacciatore e la regina di ghiaccio, un titolo che, a modo suo, ha saputo rivoluzionare i concetti di prequel e sequel. Qualche anno fa uscì, infatti, Biancaneve e il cacciatore in cui erano stati introdotti alcuni personaggi di questo 'seguito' che racconta gli eventi immediatamente precedenti e successivi. Come? Questo è un paradosso! Qualcuno, però, deve aver detto che un prequel è l'essenza stessa di un sequel. O forse era il contrario. O forse nessuno l'ha mai detto.

Forse l'hanno detto gli sceneggiatori di questo film, una pseudofavola moderna che, astutamente, cerca di unire in dosi più o meno precise i generi che negli ultimi anni hanno spopolato nelle sale cinematografiche: fantastico, distopico, medievale e un pizzico di sentimentale. Il tutto è condito da un cast che spera di catturare un'ampia fetta di pubblico.

Prendi un ammaliante attore australiano noto per i suoi ruoli in imponenti cinecomic di successo. Chiaramente si tratta del cacciatore, figura dall'animo buono che più buono non si può.


Aggiungi un nome importante che, recentemente, in Mad Max: Fury Road ha regalato un'interpretazione strepitosa. Un nome ed un cognome di tutto rispetto che aveva già preso parte all'altro sequel/prequel. Al suo fianco una delle attrici più gettonate degli ultimi anni che pochi mesi fa ha, purtroppo, portato sul grande schermo un personaggio canterino che si aggirava per boschi stonati. Qui somiglia ad Elsa di Frozen ma keep calm: non canta. Peccato, il canto poteva renderla una villain più credibile.


Tutto questo, evidentemente, non bastava. Serviva quell'elemento in più capace di fare la differenza. Qualche genio ha quindi pensato a Jessica Chastain, un'attrice che solitamente sceglie con molta cura i suoi lavori. Nel suo curriulum compaiono, infatti, titoli decisamente importanti e collaborazioni con i migliori registi in circolazione. Il vero mistero di questa visione rimane il motivo per cui la Chastain compaia nel cast. E' un solido dubbio che accompagna lo spettatore dalla prima all'ultima scena.

Come ogni buona favola, anche Il cacciatore e la regina di ghiaccio deve avere una sua morale. Non importa quanto sia originale la storia o quanto siano credibili i personaggi: un film fantasy, con l'aiuto dei CinemaDays2016, riuscirà sempre a catturare gli occhi dello spettatore casuale. Questo film dello sconosciuto Cedric Nicolas-Troyan, nella sua insipidezza, non convince e non indigna. Semplicemente, è indifferente. Il suo unico merito è quello di regalare qualche risata involontaria qua e là per le sue assurdità.

E vissero tutti felici e dimenticati..




Trailer:



6 commenti:

  1. Ho tifato per la Regina Cattiva per tutto il tempo... Ed è stata la seconda volta, pensa un po'! :P Non che l'abbia trovato proprio terribile, ma di sicuro la penso come te quando dici che verrà dimenticato assai in fretta... Quanto alla Chastaine (che io amo con tutto il cuore!) posso solo chiedermi:Jessica, ma perché?!? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dico la verità: la Chastain - che adoro in ogni suo ruolo - è risultata a dir poco fastidiosa! Penso che purtroppo c'era 'troppo per troppo poco'. Un cast stellare che evidentemente si è un po' sacrificato :(

      Elimina
  2. L'ho visto proprio questo martedì e, sinceramente, io l'ho trovato un film ben riuscito, e ad ogni modo sicuramente molto meglio strutturato, sotto tutti i punti di vista, rispetto al primo film.
    Non sarà Christopher Nolan, d'accordo, ma trovo che sia un buon esperimento di fantasy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, questo è certamente meglio del film precedente. Anche se, forse, in quel caso il mio giudizio era influenzato dalla presenza di Kristen Stewart ;)
      A quanto pare questo titolo divide: anche l'amica con cui sono andata al cinema l'ha trovato parecchio interessante. Insomma, i gusti son gusti :D

      Elimina