lunedì 30 novembre 2015

SerialTeller #18 - Ancora regole per nuovi delitti e nuove dipendenze [How To Get Away With Murder st.2 Midseason Finale]

Buonasera carissimi lettori di Stories!

Finalmente sono tornata! Forse, infatti, avrete notato che negli ultimi giorni sono stata molto assente. Tutto merito di una favolosa sessione di esami parziali all'università. Ora, però, non temete: mi sono già lanciata in una nuova impresa recuperando tantissimi episodi arretrati delle serie che seguo! Ricapitoliamo, dunque, la situazione con una interessante appuntamento della rubrica SerialTeller!

 
Il giovedì è ormai diventato il mio giorno preferito. Non è ancora weekend, il venerdì con le sue infinite ore di lezione lo segue a ruota ma il giovedì è un giorno sacro. Perché? Perché so che puntualmente mi aspetta una spettacolare puntata televisiva immaginata da quella geniale fabbrica di idee che risponde al nome di Shonda Rhimes. Pazzesco pensare che solo sei mesi fa questo nome non mi suggeriva nulla, assolutamente niente. E ora.. ora significa Scandal, Grey's Anatomy ma, soprattutto.. Le regole del delitto perfetto, o meglio, con il nome originale ben più cool How to Get Away With Murder!
 
Titolo: Le regole del delitto perfetto
Genere: thriller, giudiziario
Lingua originale: inglese
Stagioni: 2
Qualche tempo fa ho avuto la fortuna di parlarvi della prima scoppiettante stagione di questa serie. E' stato un fulmine a ciel sereno! Non credevo di potermi appassionare così tanto. A partire dal finale di stagione non ho fatto altro che contare i giorni che mancavano all'inizio della seconda, attesissima, stagione. Erano molte le responsabilità che gravavano sulle spalle di Annalise e dei suoi Keating Five. Dopo i ritmi serrati ed il successo delle prime puntate, le aspettative per i nuovi episodi erano inevitabilmente altissime. Questa volta non bastava più l'effetto sorpresa, la novità: serviva qualcosa di più per confermare i buoni risultati del passato e per attirare nuovo pubblico.
E così, si parte con il botto! I tipici flashback mostrano - udite, udite - uno dei personaggi principali in condizioni critiche. Sta per morire? Beh, posso svelarvi che qualcuno - l'identità rimane chiaramente ignota fino al midseason finale - ha sparato a questo misterioso quanto amato personaggio.

Finalmente, dopo lunghi mesi di attesa, ho potuto rivedere in azione tutti i protagonisti della prima stagione. Wes, Connor, Michaela, Laurel e Asher sono ancora alle prese con i complessi - e discutibili - casi giudiziari di cui si occupa l'enigmatica ed imprevedibile professoressa Keating. Sono cambiati, non sono più le ingenue ed innocenti matricole che abbiamo conosciuto ai tempi dell'esordio di questa serie. Anche, anzi - forse - soprattutto a cambiare è stata la magnetica Annalise Keating, interpretata da una più che mai grandiosa Viola Davis che, proprio per questo ruolo, ha vinto un Emmy.

I caratteri dei ragazzi, già introdotti nella prima stagione, vengono approfonditi maggiormente mostrando al pubblico paure e segreti di ognuno di loro. La rabbia di Wes, la diffidenza di Connor, la determinazione di Laurel, le scelte di Michaela e, soprattutto, l'incertezza e le paure di Asher, personaggio che in precedenza, forse, era stato un po' troppo trascurato. La più grande trasformazione è, però, senza dubbio quella di Bonnie Winterbottom, non più una semplice pedina comandata dei piani spietati orchestrati da Annalise, ma vera e propria giocatrice che, tra errori e rancori, mette in tavola le sue carte.

Molto interessanti anche le new entries di questa season two. Si parte da un'agguerrita Emily Sinclair, rivale della Keating nel caso dei fratelli Hapstall accusati di omicidio e fulcro della prima parte di stagione. La procuratrice cerca in ogni modo di ostacolare il percorso della protagonista tessendo trame imprevedibili capaci di coinvolgere in maniera impensabile molti personaggi.
Non si può non nominare, infine, la mitica Famke Janssen, la perfida e glaciale Olivia di Hemlock Grove, nei panni di Eve, un'avvocatessa che conosce decisamente bene Annalise e che giocherà un ruolo chiave nella difesa di Nate, amante della Keating ora accusato di omicidio.

Ho letto molti pareri discordanti a proposito della chiusura della prima parte di questa nuova annata. Per quanto mi riguarda, le attese e le speranze non sono state per niente deluse. Le dieci puntate in questione sono state al livello delle precedenti e hanno saputo mantenere alta la tensione con nuovi gustosi intrecci che uniscono thriller, romance e segreti, tanti tanti segreti che da troppo tempo sono rimasti nell'ombra.
 
Che ne pensate? Non avete ancora conosciuto questa serie? Rimediate subito!
 

4 commenti:

  1. Anche per me How to get away with murder è, attualmente, tra le tre perle della Rhimes, la mia preferita! La prima stagione mi è piaciuta tantissimo ma questa prima metà della seconda ancora di più, proprio perché, come hai detto tu, c'è stato un approfondimento dei caratteri di tutti i personaggi, principali ma soprattutto secondari!
    Io sul finale avevo fatto un'ipotesi completamente diversa e sono rimasta colpita da come sono andate le cose. Sì, avevo considerato anche questo tipo di finale ma non avevo certo preso in considerazione la "brutalità" che ha portato al "fattaccio", chiamiamolo così. Sono rimasta col fiato sospeso dall'inizio alla fine!!
    Sono davvero curiosa di vedere come si evolveranno adesso le cose!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo nelle ultime settimane ho avuto il piacere di recuperare Scandal che mi ha piacevolmente stregato ma... HTGAWM è semplicemente unico! E ora aspettiamo la seconda parte che, sono sicura, ci regalerà non poche sorprese ;)

      Elimina
  2. Amo questa serie e davvero ogni puntata c'è sempre qualcosa da scoprire! Il prossimo anno penso ci saranno il doppio dei colpi di scena per prepararsi al finale di stagione! Una perla di telefilm =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente: questa è senza dubbio una delle migliori serie degli ultimi anni :D
      Prepariamoci ad un finale di stagione scoppiettante!

      Elimina