sabato 4 luglio 2015

"Thelma & Louise" di Ridley Scott
























Titolo: Thelma & Louise

Un film di Ridley Scott con Susan Sarandon, Geena Davis, Brad Pitt, Harvey Keitel, Michael Madsen, Christopher McDonald

Genere: drammatico, avventura

Durata: 124 min

Ambientazione: Stati Uniti

Anno: 1991

Valutazione: 4,5/5






Uno dei miei errori più grandi, quando si parla di cinema, è quello di stabilire dei ruoli. Cercherò di spiegarmi meglio: spesso tendo a generalizzare ed 'etichetto' un attore, un regista o qualcun altro con una specifica parola. Se penso a Kevin Spacey collego automaticamente la parola 'assassino'. Se sento il nome di Keira Knightley, associo immediatamente 'film in costume'. All'udire il suon Ridley Scott, 'storico' e, al citar Susan Sarandon, parte la canzone 'Ain't no mountain high enough'. Perchè? Credo che i film visti da piccoli rimangano impressi per molto, molto tempo. E così il regista americano avrebbe potuto essere per sempre 'quello che ha girato Il Gladiatore' - primo film con il bollino-rosso-tv della mia vita - e l'attrice premio Oscar la protagonista di Nemiche Amiche - Chris Columbus ha seriamente compromesso la mia infanzia.

Ora tutto è cambiato. Da qualche tempo affronto i film in maniera differente - più matura(?) - anche se Tom Hanks e Ben Affleck mi aiuteranno sempre a cambiare canale o aula cinematografica. Piccole scaramucce a parte, finalmente ho trovato un film capace di farmi cambiare prospettiva. No, non si tratta di qualcosa nello stile di Inception. Sto parlando di Thelma & Louise, una pellicola che volevo recuperare da tempo e che i miei familiari citavano sempre insieme a Ridley Scott. Ciò non significa che ci fossero grandissime aspettative. Semplicemente, ero curiosa. Curiosa di capire perchè questo titolo fosse sempre tra i suggerimenti di IMDb e perchè misteriosamente comparisse in ogni forma ed in ogni angolo. Forse una risposta al primo quesito l'ho trovata. Su quella per il secondo devo ancora lavorarci.

Susan Sarandon non è più quella che immaginavo. Ho sempre simpatizzato per lei ma non ho mai trovato un film in cui potessi apprezzarla completamente. La Sarandon è Louise, una cameriera che insieme all'amica Thelma (Geena Davis), scappa dalla monotona quotidianità con la sua Ford Thunderbird. E' l'inizio di uno sconvolgente e travolgente viaggio attraverso le strade pericolose dell'Arkansas. Il lungo viaggio sarà disseminato di ostacoli e prove che, inizialmente, sembreranno solo accidentali mentre con lo scorrere del tempo gradualmente assumeranno significati precisi. 

https://38.media.tumblr.com/tumblr_m3ha9kp0NC1qdojzho1_500.gifMi è piaciuto molto. Non credevo, lo ammetto. La pellicola è interamente basata sulle due protagoniste che, sin dal principio, risultano molto diverse fra loro. Louise più razionale, Thelma più impulsiva, talvolta, snervante. Due caratteri che, tuttavia, sono complementari. Immaginatevi due personalità così su una Thunderbird che sfreccia senza limiti in mezzo alle terre desolate a stelle e strisce immortalate da Ridley Scott, luoghi interminabili, privi di barriere dove tutto è possibile. Tutto è così semplicemente diverso dalla grigia provincia in cui le loro idee ed i loro sogni rimanevano intrappolati. L'unico punto fermo è l'amicizia che le lega sia nei momenti di spensieratezza che in quelli di difficoltà, anche quando ci scappa il morto. Ed è proprio con un omicidio che ha inizio la loro straordinaria fuga. Una fuga per affermarsi e per non rimanere impassibili.

Fondamentale e prepotente il ruolo femminile delle due protagoniste finalmente libere ed indipendenti. Tutte le figure maschili passano in secondo piano e spesso risultano come degli inetti, incapaci di reagire e di uscire dagli schemi prestabiliti. L'unico che mi ha stupito è stato Brad Pitt ma non per abilità: non mi aspettavo per niente di vederlo! Che sorpresa, insomma.

Per concludere: se non l'avete ancora visto, recuperatelo immediatamente!

Buona visione :)

ps: no, Ridley Scott non è solo il regista de Il Gladiatore e Susan Sarandon non è solo la mamma malata di Nemiche Amiche.



 
Trailer:






Migliore Sceneggiatura Originale

1 commento:

  1. Nuova iscritta complimenti per il blog, il film è davvero molto bello e mi è piaciuto davvero il riferimento al resgista non solo per "il gladiatore" suo film decisamente più celebre :**

    RispondiElimina