sabato 23 maggio 2015

20 Anni di Film e Libri! - Tanti Auguri a me! (pt.1) [Film]

Ciao a tutti!
Ebbene si! Credo che tutti voi, leggendo il titolo di questo post, abbiate subito capito l'argomento di oggi!
Oggi ho raggiunto il traguardo dei vent'anni, due decenni in cui mi sono avvicinata a diversi hobbies, sport, passatempi e giochi. Solo alcune passioni, però, mi hanno sempre tenuto compagnia: film e libri. Chiaramente c'è anche la mia ossessione per le ciliegie ma questa, probabilmente, non è l'occasione migliore per parlarne ;)


Come avrà potuto osservare ogni lettore di Stories, non sono una persona ordinata. Nemmeno i miei gusti in fatto di visioni e letture lo sono mai stati. Forse in questo c'è una coerenza! Anch'io mi aggiungo alla lista di tutti coloro che hanno film vergogna, libri vergogna (li nomino per par condicio) e che con il lento scorrere degli anni hanno continuato a cambiare idea su cinema e letteratura. In questo breve viaggio nei miei vent'anni ho ritrovato pellicole che nemmeno mi ricordavo, altre che ho appena rivisto e per cui mi sono interrogata sulla mia condizione mentale ai tempi della prima visione. Per quanto riguarda i libri non posso usare un uguale trattamento per ovvi motivi. Ho quindi scelto le letture che più mi hanno colpito, in senso sia positivo che negativo. 
Per tutti questi motivi, aggiungo che i film ed i libri qui sotto elencati non sono esclusivamente i miei preferiti, anzi!

Iniziamo!

 1995

Jumanji di Joe Johnston
Solo dopo qualche anno mi sono resa conto dell'assurdità di questo film, se così si può dire. Se dovessi scegliere un titolo per la categoria Odi et Amo, sceglierei questo. Adorato alla follia da piccola, odiato nella prima adolescenza, piacevolmente riscoperto recentemente. 
Perchè proprio questo? Robin Williams non poteva mancare. Molti suoi film mi hanno accompagnato in diversi momenti e questo è proprio quello con cui ho conosciuto questo attore.

1996


Space Jam di Joe Pytka
Prima del calcio, prima dell'Inter, c'era lui: Michael Jordan. Evidentemente il destino non aveva in serbo per me una brillante carriera sportiva, tuttavia ai tempi dell'asilo (no, non quando avevo un anno) bastava un pallone per far volare la fantasia.
Perchè proprio questo? Visto e rivisto mi ha sempre riempito di energia. Ancora oggi.
1997

Titanic di James Cameron
Chiaramente non l'ho visto ai tempi dell'uscita, sarebbe stato un po' difficile e non avrei sicuramente capito niente. Non nego tuttavia che, dopo averlo recuperato, mi ha colpito con la sua storia e la sua colonna sonora.
Perchè proprio questo? Kate e Leo, due attori agli esordi che con il tempo sono diventati due dei miei preferiti in assoluto. 

1998

The Truman Show di Peter Weir
Jim Carrey era d'obbligo. Ogni sua espressione è esilarante ed allo stesso tempo geniale. Ho apprezzato molti suoi film, alcuni, invece, mi hanno un po' infastidito. Indovinate a quale categoria appartiene questo?
Perchè proprio questo? Dopo averlo visto la prima volta, credevo di aver compreso interamente la genialità di questa produzione che, nel 1998, era pura avanguardia. No, non parlo di effetti speciali ruomorosi. Il concetto di reality che si intreccia con la potenza della comunicazione ha dato inizio al terzo millenio. Brillante!
1999

Notting Hill di Roger Michell
Ecco, forse questo non è mai stato considerato un grande film. Ma nemmeno un buon film, secondo alcuni. Eppur m'è piaciuto e mi piace tuttora! Adoro Julia; con Hugh ho un rapporto altalenante ma qui amo pure lui.
Perchè proprio questo? E' la dimostrazione che i miei gusti spesso sono assurdi. Posso alternare thriller, film d'azione a commedie romantiche come queste, capaci di lasciarmi un sorriso spensierato con il lieto fine.
2000



Il Gladiatore di Ridley Scott
C'è stato un periodo in cui il buon Russell è stato il mio attore preferito. Ho ridimensionato la mia ammirazione per lui ma non quella per questa pellicola monumentale. Il mio primo (inconsapevole) appuntamento con Hans Zimmer.
Perchè proprio questo? E' stato il mio primo film 'da grandi', uno di quelli che quando veniva trasmesso in televisione era sempre contrassegnato da un bollino rosso. Non potete immaginare quanto mi sono sentita trasgressiva!

2001

Harry Potter e la pietra filosofale di Chris Columbus
L'inizio di undici anni di pura magia, vera, concreta ed indimenticabile. E' sempre difficile parlare di Harry Potter poichè si rischia sempre di cadere nella banalità per quanto si è già detto e ridetto. 
Perchè proprio questo? E' stato uno spartiacque, non un semplice film. E' la mia prima esperienza cosciente in una sala cinematografica di cui ricordo ogni singolo attimo.

2002

Spider-Man di Sam Raimi
Ora non si parla che di supereroi. Nel 2002 usciva questa pellicola ed era solo l'inizio, preistoria in confronto agli Avengers di oggi. Ogni bambino improvvisamente chiedeva ai genitori un'action-figure di Peter Parker e le aule delle elementari iniziarono a popolarsi di zaini di Spider-Man.
Perchè proprio questo? Adrenalina, libertà, riscatto e divertimento. Il mix perfetto che mi ha reso fedele nel bene e nel male a questo genere.
 
2003
Alla Ricerca di Nemo di Stanton e Unkrich
Se vi siete chiesti dov'erano finiti i film d'animazione, ora vi accontento con un trio imperdibile. Visione d'obbligo ad ogni Natale, questo cartone mi ha fatto innamorare di personaggi Disney che non rispondessero al nome di Topolino e Paperino.
Perchè proprio questo? Battute iconiche, situazioni diventate un classico. Ogni volta è come se fosse la prima anche a distanza di anni.
 
2004

http://aforismi.meglio.it/img/film/Gli_incredibili.jpg
Gli Incredibili di Brad Bird
Divertimento, buoni sentimenti, azione e scene mozzafiato. Credo che la Pixar non abbia mai superato il livello di questa produzione unica nel suo genere.
Perchè proprio questo? A mio parere è il miglior film di sempre della Pixar. Prima ancora della fusione con Marvel, la Disney ha saputo unire perfettamente animazione e supereroi. E voi volete ancora parlarmi di Big Hero 6?!
2005

Madagascar di Darnell e McGrath
Improvvisamente, nel 2005 l'isola africana di Madagascar è stata investita da un'ondata di popolarità. Il merito di tutto questo è di un gruppo di animali scappati da uno zoo newyorkese. Sì, immagino che tutti voi li conosciate. 
Perchè proprio questo? La Dreamworks ha imposto la sua voce e ha regalato a tanti altri come me un piccolo gioiellino di simpatia ed allegria insieme ad un tormentone musicale.
2006 


 
Il Diavolo veste Prada di David Frankel
Non sono mai stata una fashion addicted. Posso dire che sono appassionata di tendenze quasi quanto Andrea Sachs. Questo, però, è stato un colpo di fulmine a ciel sereno.
Perchè proprio questo? Prima del 2006 a malapena riuscivo a distinguere Meryl Streep da Glenn Close. Dopo questo film ho costruito una statua in onore di Miranda.

2007



Come d'Incanto di Kevin Lima
Ho sempre adorato questi film a metà strada tra un genere e l'altro.
L'unione del cartone animato, da sempre sinonimo di fantasia, e del live-action mi ha sempre affascinato. Questa pellicola ha però rappresentato qualcosa di più.
Perchè proprio questo? Amy Adams potrebbe bastare come motivo per apprezzare questo film. Come d'Incanto, però, è stato una sorta di rito di passaggio dal cinema disneyano al cinema "più serio".
 
2008 


Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan
Reduce dalle delusioni in stile Batman degli anni Novanta, l'Uomo Pipistrello è sempre stata un'incognita per me. Probabilmente, senza Christian Bale, il Cavaliere Oscuro sarebbe sempre stato nelle tenebre per me.
Perchè proprio questo? Un film su un supereroe che in realtà si concentra maggiormente sull'uomo dietro la maschera con i suoi dubbi e timori. Grazie Christopher!
 
2009


Sherlock Holmes di Guy Ritchie
Chi mi segue sa che Sherlock Holmes è uno dei miei personaggi preferiti in assoluto! Spesso se n'è abusato ed il risultato è stato evidentemente disastroso. La svolta è arrivata da chi non aspettavo: Guy Ritchie.
Perchè proprio questo? Sherlock è sempre Sherlock e Robert è il Robert che mi aveva quasi conquistato con Iron Man. Così ho avuto la conferma.
  
2010 


 The Social Network di David Fincher
Nuovo decennio, nuovo fenomeno mondiale. Sto parlando di Facebook che sin dalla sua creazione ha cambiato radicalmente la quotidianità di chiunque, il modo di comunicare, l'informazione e sì, anche il cinema. Se poi, dietro alla regia c'è la geniale mano di David Fincher... nient'altro da dichiarare.
Perchè proprio questo? Un bio-pic che non è un bio-pic. Non un dubbio amletico ma una pietra miliare.
 
2011 
 

Midnight in Paris di Woody Allen
C'è stato un momento in cui mi sono avvicinata ad un determinato genere di letteratura appartenente ad un periodo storico affascinante, creativo e senza tempo. A volte ignoro Woody Allen,  altre non mi piace, ogni tanto mi sorprende. Questa è stata una piacevolissima sorpresa.
Perchè proprio questo? Ho invidiato Owen Wilson per due ore di visione. L'atmosfera sognante ed un cast fantastico porta indietro nel tempo chiunque.
 
2012 


La migliore offerta di Giuseppe Tornatore
Un titolo italiano mancava. In questa annata, Giuseppe Tornatore, il mio preferito tra i registi tricolori, mi ha conquistato con un lavoro elaborato e complesso che ad ogni visione svela una sua misteriosa parte.
Perchè proprio questo? Pur non essendo il mio preferito (Nuovo Cinema Paradiso), questo film mi ha folgorato pur non convincendomi all'uscita del trailer. Ogni tanto è piacevole essere 'raggirati'.
 
2013


Il Grande Gatsby di Baz Luhrman
Un'opera di un visionario che si ama o che si odia. Vi ricorda qualcuno? Trovo molti paralleli tra il regista ed il misterioso Gatsby. Con una realizzazione sfarzosa, Luhrman ed un cast eccezionale conquista tutti ma non le nomination importanti agli Oscar. Sottovalutato.
Perchè proprio questo? Dopo Midnight in Paris, questo è un must. Leo fantastico in grande forma con una colonna sonora pazzesca che va oltre ogni possibile immaginazione.
  
2014 



Interstellar di Christopher Nolan
Ho vissuto fino all'ultima goccia l'attesa di questo film. Gruppi organizzati ed agguerriti l'hanno stroncato sul nascere bollandolo come inconcludente e pretenzioso. Altri, di cui faccio parte, l'hanno amato ed ammirato con occhi sognanti rivolti verso il cielo.
Perche proprio questo? Potente e sconvolgente mi ha stravolto e riempito con l'ambiziosità di un regista che si rispecchia perfettamente in quella del protagonista Cooper.
    
2015 










Whiplash di Damien Chazelle
E' stata la sorpresa dell'anno. Adoro la musica e mi diverto a strimpellare e a suonare la tastiera.
Questo film ha mostrato una faccia diversa del mondo della musica, che non è tutto canzoncine allegre ed incoraggiamenti.
Perchè proprio questo? Costruttivo nella sua distruttività. Paradossalmente lo amerete per quanto lo odierete!
 

4 commenti:

  1. Tanti auguri e bellissime scelte di film, le approvo dalla prima all''ultima! ^-^

    RispondiElimina
  2. Tanti, tanti, tanti auguri!!
    Molti di questi cartoni e film li ho visti (strano, eh? ahah) e mi son piaciuti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, impossibile non averli visti ;)
      Graziee :D

      Elimina