Passa ai contenuti principali

In primo piano

"Booksmart" di Olivia Wilde

Titolo: Booksmart
Un film di Olivia Wilde con Kaitlyn Dever, Beanie Feldstein, Jessica Williams, Lisa Kudrow, Will Forte
Genere: commedia, teen
Durata: 105 min
Ambientazione: Stati Uniti
Anno: 2019
Voto: 4/5

Titoli di coda dell'esperienza a Cannes 2019

Cannes 2019
Fonte: ProjectNerd

Tre (in realtà quattro considerato l'arrivo serale del 22 maggio) giorni di cinema allo stato puro, otto film visti, 33 chilometri e 49249 passi di spostamenti (meglio dire code) sotto il sole un po' timido de La Croisette. I miei #3DaysinCannes sono stati un'esperienza unica segnata da nuove prospettive, visioni e riflessioni. Inaspettato quanto sognato, questo breve viaggio a Cannes in occasione del festival mi ha permesso di condividere la mia grande passione con decine e decine di ragazzi di ogni nazionalità pronti a confrontarsi con film e autori in competizione e non. E' stata un'opportunità di confronto e arricchimento tanto quanto una possibilità di uscire dalla propria comfort-zone cinematografica, mettendosi in gioco con punti di vista alternativi.

Cannes è cinema ma anche tanto, tanto jet set. Era facile perdersi nel travolgente turbinio di eventi collaterali organizzati nella cittadella francese del cinema. Fortunatamente i miei piani d'attacco sono stati rispettati: le temibili code, per quanto inevitabili, non hanno compromesso l'esperienza. Ecco allora i film, in competizione e non, gustati in questi 3 giorni (e mezzo) a Cannes dal 22 al 25 maggio. Questo post riassuntivo verrà aggiornato ad ogni nuova recensione pubblicata qui oppure dagli amici de Il Termopolio.

- I film -

22 Maggio

Easy Rider di Dennis Hopper

Il cult del 1969 ha inaugurato la mia esperienza a Cannes con una proiezione nella suggestiva cornice del Cinema de la Plage a due passi dal Palais. Una visione spesso rimandata finalmente recuperata sotto e tra le stelle della Costa Azzurra.

Cannes 2019 - Easy Rider
Fonte: Cinematographe

23 Maggio

Les Misérables di Ladj Ly

Scelto su consiglio di un'amica recatasi a Cannes la settimana precedente, questo spietato film ha inaugurato la speciale giornata del mio compleanno. Questa pellicola ha ottenuto (meritatamente) il premio della giuria.

Cannes 2019 - Les Miserables
Fonte: RTVE
Matthias et Maxime di Xavier Dolan

Dopo aver perso per una congiunzione astrale di trasporti e alloggi il biglietto per la prima, ho potuto gustarmi nella Salle du Soixantieme il nuovo lavoro di Xavier Dolan che, tra critici e non, ha raccolto pareri contrastanti.

La recensione per IlTermopolio

Cannes 2019 - Matthias et Maxime
Fonte: Quinlan
Portrait de la jeune fille en feu di Celine Sciamma

Dato tra i probabili trionfatori all'ultimo giorno vista l'euforia generale di critici e cinefili, il film in costume di Celine Sciamma si tuffa in un Settecento al femminile tra inquietudini emotive e sentimenti.

Cannes 2019 - Portrait de la jeune fille en feu
Fonte: Les Inrocks

24 Maggio

Mektoub, My Love - Intermezzo di Abdellatif Kechiche

L'ultimo lavoro di Kechiche era attesissimo su La Croisette dopo la vittoria con La vita di Adele e la buona accoglienza di Mektoub, My Love - Canto Uno a Venezia. E' stato accolto da fischi, bu e abbandoni della sala. Mito o realtà?

Cannes 2019 - Mektoub, My Love - Intermezzo
Fonte: MyMovies.it
Il traditore di Marco Bellocchio

Unico film italiano in concorso, l'ultima fatica del veterano Marco Bellocchio porta sul red carpet di Cannes la storia del pentito Tommaso Buscetta scommettendo sul carisma del protagonista Pierfrancesco Favino.

La recensione su Stories.

Cannes 2019 - Il traditore
Fonte: Lettera43
The Lighthouse di Robert Eggers

Follia o genialità? Su questi due estremi si gioca la storia dell'ultimo film del regista di The Witch con protagonisti Willem Defoe e Robert Pattinson. Presentato alla Quinzaine des Realisateurs, era stato annunciato da una lunghissima coda alla prima proiezione. Sono sopravvissuta e a breve ve lo racconterò.

Cannes 2019 - The Lighthouse
Fonte: Vox
25 Maggio

Sorry We Missed You di Ken Loach

Scommessa dell'ultimo giorno a Cannes, il film di Ken Loach si rivela essere un'ironica e tagliente critica al mondo del lavoro automatizzato. La camera e i dialoghi si avventura tra umanità e degenerazione psicologica.

Cannes 2019 - Sorry We Missed You
Fonte: IndieWire

Quali sono, a mio parere, i top e i flop? Provate a fare i vostri pronostici!

Fede Stories.

Segui Stories su FacebookTwitterInstagramTelegram

Commenti

  1. Tanta invidia per l'esperienza, e complimenti a te!

    RispondiElimina
  2. Mi congratulo con te, esperienze così sono indimenticabili ;)
    Per quanto riguarda i film, molto interessanti alcuni, altri non si capisce il senso...

    RispondiElimina
  3. Beh hai visto anche dei bei film, a cominciare da easy rider.. una prima volta a Cannes davvero memorabile

    RispondiElimina

Posta un commento

Le immagini e la musica pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei proprio diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.