martedì 13 dicembre 2016

#BookVSMovieChampionship Day 14: Inferno

Buondì!
Torna puntualissima la rubrica #BookVSMovieChampionship, lo spazio in cui cinefili e lettori scendono in campo per affrontarsi in una difficile sfida. Quale sarà l'"ospite" di oggi?


Spesso si afferma, senza alcun dubbio, che 'il romanzo era meglio!" - immaginate questa frase letta con un tono molto, molto irritato. Ma veramente vincono sempre le pagine stampate? La supremazia dei libri è così solida? Sono proprio curiosa di sapere le risposte a queste domande.

Vi siete persi qualche appuntamento e non avete ancora votato libro/film preferito delle scorse battle? Nel post riassuntivo potete trovare tutti i titoli dei diversi appuntamenti. 

E ora... pronti, partenza, via!



Il libro

Scusate: veramente Dan Brown ha bisogno di presentazioni? Sono ormai passati tredici lunghi anni - conditi da numerosi successi editoriali - dalla pubblicazione originale de Il codice Da Vinci, il suo primo incredibile bestseller. Con Inferno, nel 2013, lo scrittore americano si mette in gioco esplorando gli enigmi nascosti nella Divina commedia di Dante Alighieri.




Il film

Tom Hanks, Ron Howard: per la terza volta il binomio attore protagonista - regista a stelle strisce porta sul grande schermo una storia dedicata a Robert Langdon, il professore in giacca di tweed immaginato da Dan Brown. Ambientazioni pittoresche e un cast nutrito contribuiscono a rendere interessante questa produzione thriller.



Il pensiero di Fede:

Questa volta credo di non avere molti dubbi. Penso che riuscirò a schierarmi senza troppa fatica, tifando per la storia che più mi ha colpito. Il libro, ai tempi della pubblicazione, non mi convinse completamente a causa del suo finale un po' frettoloso. Speravo che questo aspetto sarebbe stato cambiato e rielaborato in maniera originale nell'omonimo adattamento cinematografico e invece... sono riusciti a trovare un finale peggiore, una conclusione che toglie la ragione di esistere ad ogni tipo di riflessione sulla trama. Che peccato, inoltre, per i personaggi secondari ben poco approfonditi sul grande schermo. Certo, il romanzo non si può considerare un capolavoro innovativo nel suo genere: segue uno schema abbastanza tradizionale che, tuttavia, riesce a coinvolgere il lettore portandolo al fianco di Robert Langdon in una emozionante avventura. Sì, scelgo il libro!

Per saperne di più: FILM

E ora è il vostro momento: quale avete preferito tra i due? Cosa avreste cambiato del film oppure del libro? Lasciate un commento qui sotto con la vostro risposta.

I Punteggi (in continuo aggiornamento)



Libro: /
Film: /

2 commenti:

  1. Avevo sentito dire che il finale del film è peggio di quello del libro ç__ç che peccato però! A me Inferno era piaciuto molto più che Il simbolo perduto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, l'hanno cambiato drasticamente e tremendamente D:

      Elimina