giovedì 23 ottobre 2014

SerialTeller #4 ~ Fascinating, really fascinating! (Gotham 1x03, 1x04,1x05 - The Flash 1x02, 1x03)

Buon giovedì a tutti voi cari lettori!

E' tornata puntualissima la rubrica SerialTellar con una nuovissima puntata.


Quali sono gli ospiti di oggi? Direi che sono le due serie tv sui supereroi del momento: Gotham e The Flash!

Gotham: st. 1, ep. 3, 4, 5

Titolo: Gotham
Genere: poliziesco, fantasy
Stagione: 1 (ep. 5)
Lingua originale: inglese
Previously on Gotham: recensione 1x01, 1x02

La serie creata da Bruno Heller per la rete FOX procede con successo in territorio a stelle e strisce tanto da essere confermata per 22 puntate. Le prime due puntate trasmesse in anteprima su Italia 1 hanno registrato una buona percentuale di share ed hanno contribuito a creare veri e propri fanclub della serie su Facebook. Il social nietwork di Zuckerberg è stato letteralmente invaso!

"Insomma, cosa ho fatto di male?"
Dopo le prime due puntate scoppiettanti, ero veramente entusiasta della serie. La terza puntata di questa prima stagione, però, mi ha lasciato di stucco e ha messo a dura prova la mia crescente fedeltà nei confronti del programma. The Balloonman mi ha abbastanza deluso. Questo terzo episodio, a mio parere, non è per niente in linea con i due precedenti. L'aspetto che più è in rilievo è la grande presenza del cielo azzurro, in contrasto con le atmosfere buie e cupe della città a cui lo spettatore si era abituato. Certo, l'intera puntata è incentrata su un nuovo criminale che, improvvisandosi giustiziere contro la corruzione dei piani alti di Gotham, spedisce pittorescamente le sue vittime a diversi metri da terra con dei palloncini. E proprio qui mi sono arrabbiata. Alcune scene erano veramente imbarazzanti: soprattutto quella della caduta di uno dei corpi che era stato legato ai palloncini in stile 'Piovono Polpette' mi ha ricordato una delle peggiori morti del peggior 'Final Destination'. Tutto questo ha contribuito a peggiorare ed a rendere confusa la narrazione. Inoltre, si è avuta la bella idea di creare lo strambo triangolo amoroso Gordon - Barbara - Montoya. Aiuto! Unico punto positivo: sembrano svilupparsi le strategie e i rapporti tra i diversi clan mafiosi, vera linfa di Gotham.

gotham animated GIF
"Passa al lato oscuro: abbiamo i cannoli!"
Forse ho sbagliato film o.o
Questo episodio di transizione porta, quindi, ad Arkham, ancora niente di speciale ma certamente si tratta di qualcosa di meglio del precedente.Ancora nessuna traccia di Selina Kyle, il cui posto di preferita del mio cuor sta piano piano per essere conquistato dalla signora del crimine Fish Mooney. In questa quarta puntata si inizia ad intravedere un collegamento, una storia di fondo. La guerra prevista da Oswald sta iniziando, i rapporti tra le diverse famiglie mafiose si fanno sempre più tesi: Falcone non è più il boss incontrastato di Gotham City, il clan Maroni è disposto a tutto pur di ottenere il potere. Il criminale protagonista di questo nuovo caso sembra molto più credibile dell'Uomo nel Pallone visto nel terzo episodio: è crudele e spietato.
Passiamo, però, alle note dolenti: mister Bullock che tanto mi aveva incuriosito nel pilot sembra l'ombra di se stesso, un personaggio sempre più piatto ed insignificante. Lo stesso accade con gli ipotetici buoni-ma-non-del-tutto della serie. I cattivi sono il vero motore della storia. Non si può, infatti, non citare Oswald/Il Pinguino, il personaggio top finora, l'unico in grado di lasciare un segno indelebile.

Concludo questa carrellata con l'ultima puntata trasmessa che, a mio parere, è stata la più avvincente finora. Nell'episodio Viper, finalmente l'attenzione si focalizza sulla Wayne Enterprises, società fondata dai genitori del piccolo Bruce.Questa organizzazione è ormai lontana dai tempi d'oro poichè anch'essa è vittima della dilagante corruzione di Gotham City. Gli stessi vertici dell'azienda, infatti, sembrano essere partecipi di qualche losca attività. Bruce, insieme al fedele Alfred, ormai chiuso nella sua dimora dal funerale dei genitori, indaga sulle vicende che riguardano il crimine della metropoli e risale alle irregolarità della società della sua famiglia. Ha bisogno di parlare con alcuni personaggi ai vertici per chiarire il tutto. Parallelamente, per la città si aggira uno pseudopusher che regala dosi di una nuova misteriosa droga che rende forzuti coloro che l'assumono che, però, a causa del poco calcio, dopo poco tempo si disintegrano. In poco tempo Gordon risale a Stan Potolsky, scienziato che in precedenza lavorava per un'azienda collegata alla Wayne Ent. Le intenzioni dell'uomo sono chiare: attaccare i vertici partendo dal basso per vendicarsi. Finalmente si ha a che fare con un vero scienziato pazzo!
Con questo episodio si ha la conferma che ogni storia singola rientra in una trama più complessa e più articolata che si svilupperà puntata dopo puntata. In Viper, infatti, si approfondisce ancora la questione criminale che si avvia sempre più spedita ad uno scontro aperto in cui tutte le armi sono lecite: questo aspetto Fish Mooney l'ha capito subito! Adorabile Bruce che, finalmente, si fa vivo dopo giorni e giorni di clausura dando segni di quello che è il suo futuro da Batman.
Voto The Balloonman 1x03: 4
Voto Arkham: 7-
Voto Viper: 8+

The Flash: st.1 ep.2, 3

Titolo: The Flash
Genere: azione, avventura, fantascienza
Stagione: 1 (ep.3)
Lingua originale: inglese
Previously on The Flash: recensione 1x01

Continua la mia ossessione per le serie fumettose targate autunno 2014. Ecco quindi che torno a parlarvi di The Flash, serie fresca, divertente e leggera. La consiglio agli appassionati del genere e a coloro che sono in cerca di un intrattenimento senza troppe pretese.

Ho adorato il pilot: carino, colorato ed interessante. La domanda è, quindi, se The Flash riuscirà a mantenere o - perchè no? - aumentare questo livello. Il secondo episodio Fastest Man Alive sembra riconfermare tutte le buone impressioni che ho avuto in precedenza. Non offre ancora niente di straordinario ma, senza dubbio, 'fedelizza' lo spettatore incuriosito. Ho trovato interessante, soprattutto, il fatto che finalmente, in una serie su un supereroe, si approfondisse anche l'aspetto riguardante i cambiamenti subiti dal corpo dopo la trasformazione. Insomma, anche questi eroi mascherati sono in un certo senso umani, provano anche loro dolore e fatica.
"Oh, è caduto in un lampo!"
Epica la scena in cui Wells a Caitlin conducono un 'esperimento' su Barry facendolo correre su un tapis roulant: ho finalmente realizzato di non essere l'unico essere vivente che ha uno strano rapporto con questo attrezzo ginnico!
In questo secondo episodio viene affrontato anche un altro tema molto 'umano' ma tuttavia comune a molti prodotti di questo genere: il rapporto simile a quello padre-figlio instaurato tra il giovane protagonista e Joe West, colui che l'ha cresciuto ed aiutato sin da piccolo. Nonostante questo, il personaggio del detective ancora non mi convince completamente: è molto, molto poco dettagliato. A tratti mi ricorda una brutta fotocopia dello Zio Ben di Spiderman. Peccato che, di lui, ce n'è solo uno!

"Heilà! C'è qualcuuunooo?"
Dopo un secondo episodio molto incentrato sui cambiamenti del protagonista Barry, ecco una puntata di transizione in cui, a mio parere, i punti di forza sono veramente pochi. Trovo, infatti, sempre più affascinante il personaggio di Caitlin. Confesso tutta la mia ignoranza nel campo dei fumetti dichiarando di non conoscere perfettamente questo supereroe. Intuisco, tuttavia, che la ragazza, prima o poi, rivelerà di che pasta è fatta e probabilmente questo non faciliterà le cose a Flash. Things You Can't Outrun rivela, a colpi di flashback, ciò che è accaduto la notte dell'incidente con una piccola sorpresa: Robbie Amell. Sono felice di vederlo di nuovo dopo aver gustato quest'estate The Tomorrow People, serie cancellata a favore di quell'odioso e fastidioso The 100. Qui interpreta Ronnie, il ragazzo di Caitlin morto durante l'incidente all'acceleratore. Anche questo mi lascia intuire che non sarà la sua unica apparizione nella serie. Insomma, credo che proprio questo sia un punto negativo di questa puntata: tutto viene lasciato molto all'intuito ed alla fantasia dello spettatore. Lo stesso nemico di turno tutto gas e niente arrosto sembra confermare il mio pensiero. La puntata lascia molti interrogativi alimentati, sopratutto, dall'usuale cameo misterioso di meno di un minuto del professor Wells che, dopo aver avuto un sorriso patetico stampato sul volto per tutto l'episodio, svela parti del suo carattere con aria inquietante e misteriosa.

Voto Fastest Man Alive 1x02: 6/7
Voto Things You Can't Outrun 1x03: 5/6

E voi? Lasciatemi un commento con le vostre impressioni se seguite queste serie o se vi interessano :)






2 commenti:

  1. Voglio vedere anche io Gotham!!!Mi sono persa la prima puntata però.... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo, non puoi perdertelo! Te lo consiglio tantissimo: ormai, per me, è diventato una vera e propria ossessione! xD

      Elimina