giovedì 24 luglio 2014

"The Best Man Holiday" di Malcom D. Lee


Titolo: The Best Man Holiday

Un film di Malcom D. Lee con Morris Chestnut, Melissa De Sousa, Terrence Howard, Regina Hall, Monica Calhoun, Taye Diggs, Sanaa Lathan, Nia Long, Harold Perrineau

Genere: commedia

Durata: 123 min

Ambientazione: Stati Uniti

Anno: 2013

Valutazione: 3/5





E a volte succede così: in piena estate, con temperature degne del deserto del Sahara e le allucinazioni per il caldo ecco che, puntualmente, nelle sale cinematografiche approda un film dal perfetto clima invernale. The Best Man Holiday è infatti un film strettamente natalizio, la locandina è testimone di questo. Quindi non aspettatevi spiaggia, sabbia, mare e sole bensì neve, freddo e calde sciarpe.


In questo film tornano, dopo ben 15 anni, tutti i protagonisti di The Best Man, commedia del 1999 alla cui regia compariva sempre Malcom D. Lee. Le due pellicole, però, sembrano concentrarsi soprattutto sulla figura di Harper Steward (Taye Diggs) scrittore che si potrebbe definire squattrinato a causa dell'insuccesso dei suoi ultimi libri. Egli deve trovare una nuova ispirazione, simile a quella che lo portò a scrivere il suo primo romanzo che aveva come protagonisti i suoi vecchi compagni di scuola.

L'occasione si presenta quando Harper e la sua fidanzata in dolce attesa vengono invitati a casa di Lance (Morris Chestnut) e Mia (Monica Calhoun) per trascorrere in compagnia le feste invernali. Tra Harper e Lance non scorre buon sangue a causa di alcune incomprensioni non del tutto risolte. I due cercheranno di risolvere la questione grazie al clima natalizia e, soprattutto, grazie all'allegra compagnia dei loro vecchi amici.


The Best Man Holiday è una commedia dalle diverse sfumature. Essa, infatti, non si limita a cercare per due ore la battuta perfetta che faccia morire dal ridere lo spettatore ben rilassato sulla poltrona: per questo obiettivo ci vorrebbero ben altri film. Questa pellicola offre diversi spunti di riflessioni sull'amicizia. Certo, l'argomento potrebbe sembrare banale, visto e rivisto ma, tuttavia, il cast riesce a ricercare il ruolo di questo rapporto nel momento della felicità e, soprattutto, del dolore.

Credo che questo secondo episodio abbia superato di gran lunga il primo capitolo: i personaggi vengono approfonditi ulteriormente, ovviamente nel limite del possibile, ed è interessante anche osservare come alcune personalità siano maturate a differenza di altre che sembrano cambiare mai.

Buona visione :)

Titolo:



-[ Fede

Diventa fan di Stories. su Facebook: Clicca qui!

Nessun commento:

Posta un commento