lunedì 20 gennaio 2014

1984 - George Orwell

Titolo: 1984

Data pubblicazione: 1949

Autore: George Orwell

Voto: 5/5





"In fin dei conti, come facciamo a sapere che due più due fa quattro? O che la forza di gravità esiste davvero? O che il passato è immutabile? Che cosa succede, se il passato e il mondo esterno esistono solo nella vostra mente e la vostra mente è sotto controllo?"








"La libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza, la guerra è pace"; questi tre motti descrivono perfettamente la società creata da Orwell in 1984.

Winston Smith, e la sua compagna, Julia, vivono in un mondo in cui ogni cosa è governata da un solo partito con a capo il Grande Fratello, che tutto vede e sente. Apparentemente si vive serenamente ma in realtà il Partito lavora constantemente per per plagiare le menti di tutti: non c'è libertà di esprimersi, di parlare nè tantomeno di amare e gli uomini sono come delle macchine, in grado solo di lavorare ed assecondare i desideri del Partito. Orwell riesce ad esprimere il senso di oppressione, di angoscia e di speranza provato dai due protagonisti che lottano fino alla fine per conservare la loro umanità.

E' un libro che coinvolge emotivamente il lettore dall'inizio alla fine, assolutamente da leggere :)







1 commento:

  1. La lettura non è mai stata il mio forte, ma leggere pareri su libri o introduzioni, fa sempre comodo per scegliere al meglio i pochi (ahimè) che leggerò ;)
    Mi presento, sono Jenny e ti ho conosciuta tramite il Winter Linky Party... un'idea davvero utile a questo punto eheh
    Ti seguo volentieri da oggi e mi sono iscritta nei tuoi lettori fissi, se vorrai ricambiare, ti aspetto nella mia "Stanza delle Sorprese", sarai la benvenuta... e poi sarà come scambiarci un pensierino per questo nuovo anno (stiamo ancora in tempo credo!) *.*

    Ti lascio il link d'ingresso: http://lastanzadellesorprese.blogspot.it/search/label/Ingresso

    Ti aspetto se vorrai! *.*
    Jenny

    RispondiElimina