martedì 29 ottobre 2013

"Solo per vendetta" di Roger Donaldson

Solo per vendetta


Titolo originale: Seeking Justice

Un film di Roger Donaldson, con Nicolas Cage, January Jones e Guy Pearce

Genere: Azione, Thriller

Ambientazione: New Orleans

Durata: 105 min.

Anno: 2011

Voto: 2/5

2

"Le regole sono fatte per essere infrante"


Il protagonista di "Solo per vendetta" è Will, interpretato da Nicolas Cage, un tranquillo professore di inglese, la cui vita viene improvvisamente scossa dalla violenza subita dalla moglie Laura (January Jones). Mentre si trova in ospedale, distrutto dal dolore, l'insegnante riceve una proposta alquanto discutibile da un individuo che si presenta con il nome di Simon (Guy Pearce): il torto subito dalla moglie verrà vendicato in cambio però di un favore. Il giorno seguente viene ritrovato il corpo del violentatore. Tutte le circostanze lo fanno sembrare vittima di un suicidio. In realtà, però, si tratta di un omicidio compiuto da un uomo disperato, arruolatosi nell'organizzazione di Simons. Le riprese evidenziano la difficoltà che quest'uomo vive prima di premere il grilletto.
Il tempo scorre e Will viene contattato dalla cellula dell'organizzazione poichè è giunto il momento di soddisfare le condizioni imposte dal patto: dovrà uccidere un giornalista. Il professore è in preda ai dubbi ed è combattuto. La sua scelta definirà l'esito della vicenda.


Sin dai primi minuti il film si presenta come un cocktail mal riuscito di tante situazioni già viste e riviste in altri, ben più celebri, film thriller. Nella prima parte è evidente il voluto crescendo di congetture ed intrighi che riesce, quasi, a rapire l'attento pubblico. Mai illudersi! La delusione, dopo alcune scene di inseguimenti e pseudoindagini più che prevedibili, cattura gli osservatori, ormai sonnecchianti. Un attempato Nicolas Cage compare, per l'ennesima volta, nei panni di un antieroe controverso e in bilico tra la giustizia privata e la morale senza però reinterpretare abbastanza personalmente questa condizione. Sarà per questo motivo che questo ruolo gli è valso il Razzie Award per il peggior attore protagonista? 
Nel complesso, "Solo per vendetta" lascia l'amaro in bocca: potenzialmente ci sono i presupposti per una storia intrigante che, purtroppo, viene costruita in maniera superficiale.

Si consiglia, comunque, la visione ad un pubblico che ha intenzione di trascorrere un'ora immerso nel clima thriller, tipico dei film di Cage, senza però aspettarsi straordinari ed indimenticabili svolgimenti della trama.


Fede Stories.

Nessun commento:

Posta un commento